Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
 

Il mio carissimo amico Raffaele Picariello (detto PIC) ha dedicato una parodia al MAI TAI II da canticchiare sull'aria di "Caravan Petrol" di Carosone/Gegè di Giacomo.

Capitan GUSSOl

Mi sono fatto n'u Battello / tutto di ferro verniciato / verniciato bianco e blu Gli voglio dare un grande nome / di gran mistero e pure bello / che non dice quel che dice / che non sa chi non lo sa!... (Olé, olé, olé / Che nome gli darà? / Olé, olé, olé. "MAI TAI" lo chiamerà!!) C'iaggio piantato n'alberello / cu nu lenzuolo faccio a vela / e veleggio su e giù. Questo racconta Gusso Lello / ai tanti amici e conoscenti / così pure anche ai parenti e alla "Lega il mare blu" Uhé: quanto si bello / al timone e stu Battello / col binocolo a tracolla / con la frusta e il narghillè Uhé: come si curiusu / mentre tappi stu pertusu / ma poi l'acqua non ci sta, viene dentro e via non va. Capitan Gussol, Capitan Gussol, Capitan Gussol. Ci son due cessi nel battello / son funzionali ed accoglienti / quando siedi e fai pupu Son sorprendenti e delicati / ma se poi sbagli la sequenza / tutto quanto non va giù! Uhé: come si furiusu / la gran colpa è dell'ottusu: / ha sbagliato la manovra / e il sistema ... non va più. Uhé: sempre più furiusu / mentre sturi stu pertusu / con la tuta fino al collo / cerchi "O strunzo", ma dov'è? (Olé, olé, olé. / Un ordine vuole dar / Olé, olé, olé / Vietato defecar!!) Quando t'ha visto Picariello / co nu surrisu malizioso / malizioso e impertinente / ha cantato su per giù: Ah quanto è bello / il mio amico Gusso Lello / col binocolo a tracolla / col sestante e il "fai da te" Uhé, quant'è bravo / quando entra nel riparo / mentre suonano e campane / le sirene fanno Theeeeee Capitan Gussol, Capitan Gussol, Capitan Gussol. L'hanno chiamato "O Pazzariello" / quando ha solcato il grande mare / per andare fra gli Indù Il Capitano è Gusso Lello / tiene il cappello d'Ammiraglio / col pennacchio rosso e blu. Uhé: quanto s'ì bello / al timone e stu battello / col binocolo a tracolla / con la frusta e il narghillè. Uhé: come s'ì furiusu / quando odini all'Ottusu / la manovra delicata / che sai fare solo te !! Uhé: terra, terra ...... / Finalmente vedo terra / Sento il rullo dei tamburi / balli, canti e il tamurè (Olé, olé, olé. olé, olé, OOOOOOOOOlééééééé)


 
 
  Site Map